R  U  F  F  I  N  O

-  A l l e v a m e n t o   a l a n i   d a l   1 9 8 6  -

Leggi di più

Storia dell'allevamento

L’amore per gli alani è iniziato nella mia famiglia nel Dicembre del 1986, quando mia zia regalò ai miei genitori Max, un alano nero da arlecchino di sei mesi, che era stato acquistato all’età di due mesi, tramite un negoziante d’animali, presso un allevamento amatoriale del nord Italia.

Nel 1988 i miei genitori, anche se neofiti, cominciarono a partecipare a delle esposizioni con Max e dopo tre esibizioni capirono che non era un soggetto da esposizione e che poteva essere solamente un buon cane da guardia e da compagnia. Pertanto pensarono di prendere un altro Alano e così nell’Aprile dell’88 ci venne ceduta Magna Vis Delta, figlia di Ch. It Lacisiensis Igor X Ch. It. Isotta Indios Dell’Armida e da allora tutti i cani del nostro allevamento furono intestati a mia madre Angela Ferrara.

Nel 1989 iniziò la brillante carriera espositiva di Delta che venne interrotta a Foggia dove doveva svolgersi un’esposizione internazionale. Dopo un lungo viaggio da Palermo a Foggia i miei genitori arrivati sul luogo si accorsero che Delta era morta, cosicché andarono subito da un veterinario, il quale diagnosticò un ictus cerebrale. Mio padre propose l’autopsia, ma il veterinario non avendo l’attrezzatura adatta consigliò di portare il feretro all’inceneritore del canile di Foggia e così fu fatto. Nel Gennaio del 1990 pensarono di prendere un altro alano femmina, ma di colore nero, per cercare di dimenticare Delta la bellissima blu scomparsa.

Così arrivò Ascia, figlia del pluricampione Muaddib X Lida Indios Dell’Armida. Il 25 Ottobre del 1990 vi fu un altro evento importante nella mia famiglia, la mia nascita. Nel Giugno del 1991 proposero a mio padre una femmina nera di sette mesi, si trattava della famigerata “Olga Indios dell’Armida”, figlia di Notorius Indios Dell’Armida X CH. It. Nicaragua Indios dell’Armida.

Appena mio padre la vide capì subito che si trattava di una grande cagna. Iniziò la lunga carriera espositiva, che per un raduno non chiuse il campionato italiano. Nel Maggio del 1993 ci venne ceduto un maschio arlecchino di tre anni e mezzo. Si trattava di Lacisiensis Curtius detto “Flash”, il quale divenne Campione Riproduttore, grazie agli accoppiamenti con Ascia, con Olga Indios dell’Armida e con Armida (figlia di Boy-A X Ascia-N). Fra i tanti figli che ebbero la qualifica d’eccellente spicca Esther Luna, figlia di Flash X Olga, di proprietà di Ciro Spinella, che divenne Campionessa Italiana. Nel Maggio del 1995 ci venne ceduta una femmina blu ATHENA, figlia di Magna Vis Ilko-B  X Magna Vis Ines-N, la quale nel Dicembre del 1997 venne omologata Campionessa Italiana. Nell’Ottobre del 2000 fece parte della nostra famiglia un’altra femmina blu “Minerva”, figlia di Shaquille Von Der Osterau X Aluna, dietro consiglio dell’Ing. Olindo Baldesi (noto giudice internazionale di quei tempi), che nel Luglio del 2002 conseguì tutti i titoli necessari per essere omologata Campionessa Italiana di bellezza. Successivamente, al raduno di Roma del 13/10/2002, è stata proclamata Campionessa dell’anno. Per chiudere in bellezza, dopo aver vinto altri due raduni, nel 2004 è stata proclamata campionessa sociale.

Nel Febbraio del 2002 i miei genitori presero un maschio blu di due mesi di nome “Beethoven” figlio di Onassis dell’Aura Dragonda X Esprit dei Monti del Keraton, che fu utilizzato per le monte con le nostre cagne. Dopo di ciò si spense, nella mia famiglia, l’interesse per le esposizioni cinofile e per un po di anni non girarono più nonostante avessero degli ottimi cani da esposizione. Cresciuto fin dalla tenera età in compagnia dei miei alani, il mio amore per questa razza, nel corso degli anni, non poteva far altro che crescere e nell’anno 2013 decisi di prendere in mano le redini dell’allevamento e di mandarlo avanti personalmente, riprendendo anche con le esposizioni di bellezza, cosicchè mi feci cedere dai miei genitori le due cagne del nostro allevamento e cioè l’alano femmina blu “Sissy” e l’alano femmina nera “Seby”. Con Seby nel 2013 ho intrapreso, con l’aiuto di mio padre, la carriera espositiva conseguendo ottimi risultati e raggiungendo infine la proclamazione a Campionessa Italiana di bellezza.

L’avventura continua.

Antonino Ruffino

Rivolgiti a NOI

Per qualsiasi informazione o chiarimento non esitare a contattarci, sarà nostra cura rispondere nel più breve tempo possibile

contattaci